NATALE/ Nove giorni, così funziona la grammatica del cuore

Sorgente: NATALE/ Nove giorni, così funziona la grammatica del cuore

Annunci

Un ospedale da campo

Papa Francesco si schiera contro la logica aziendalistica che ormai da tempo governa la sanità pubblica e privata, anche quella religiosa. E chiede di “preservare gli ospedali cattolici dal rischio dell’aziendalismo, che in tutto il mondo cerca di far entrare la cura della salute nell’ambito del mercato, finendo per scartare i poveri”. “L’intelligenza organizzativa e la carità esigono piuttosto – scrive il Papa nel messaggio per la Giornata del malato – che la persona del malato venga rispettata nella sua dignità e mantenuta sempre al centro del processo di cura. Questi orientamenti devono essere propri – chiarisce il messaggio – anche dei cristiani che operano nelle strutture pubbliche e che con il loro servizio sono chiamati a dare buona testimonianza del Vangelo”.

Nel messaggio dal titolo Mater Ecclesiae: «”Ecco tuo figlio … Ecco tua madre”. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé …» (Gv 19, 26-27), il Papa ricorda come “nella sua storia bimillenaria”, la Chiesa abbia promosso “una ricchissima serie di iniziative a favore dei malati”. “Una vocazione materna della Chiesa verso le persone bisognose e i malati che – sottolinea Francesco – continua ancora oggi, in tutto il mondo”. “Nei Paesi – rileva – dove esistono sistemi di sanità pubblica sufficienti, il lavoro delle congregazioni cattoliche, delle diocesi e dei loro ospedali, oltre a fornire cure mediche di qualità, cerca di mettere la persona umana al centro del processo terapeutico e svolge ricerca scientifica nel rispetto della vita e dei valori morali cristiani. Nei Paesi dove i sistemi sanitari sono insufficienti o inesistenti, la Chiesa lavora per offrire alla gente quanto più è possibile per la cura della salute, per eliminare la mortalità infantile e debellare alcune malattie a larga diffusione. Ovunque essa cerca di curare, anche quando non è in grado di guarire”.

Papa Francesco: la Chiesa sia ospedale da campo accogliente per tutti i feriti dalla vita
Dunque, rivendica il Papa, “l’immagine della Chiesa come ‘ospedale da campo’, accogliente per tutti quanti sono feriti dalla vita, è una realtà molto concreta, perché in alcune parti del mondo sono solo gli ospedali dei missionari e delle diocesi a fornire le cure necessarie alla popolazione”.
“La pastorale della salute resta e resterà sempre un compito necessario ed essenziale, da vivere con rinnovato slancio a partire dalle comunità parrocchiali fino ai più eccellenti centri di cura”.
“Non possiamo qui dimenticare – conclude Francesco – la tenerezza e la perseveranza con cui molte famiglie seguono i propri figli, genitori e parenti, malati cronici o gravemente disabili. Le cure che sono prestate in famiglia sono una testimonianza straordinaria di amore per la persona umana e vanno sostenute con adeguato riconoscimento e con politiche adeguate”.

https://www.avvenire.it/papa/pagine/papa-francesco-messaggio-giornata-malato-chiesa-come-ospedale-da-campo