Non ho voce

Berlicche

Non ho voce. Se l’è portata via il vento che da una settimana scende gagliardo dai monti innevati a spezzare con raffiche violente rami e sonni. Al posto della mia usuale tonalità di basso è rimasto un gracidare roco e sconnesso.

Com’è brutto vivere senza voce. Volere parlare, avere da cantare, e sentire note e parole bloccate nella strozza, uscire deformate ed incomprensibili. D’improvviso non sei più il protagonista della tua vita, perché non sai farti capire. Non hai letteralmente voce in capitolo. Nessuno ti ascolta. Non riesci a dire niente. Non dici niente.

Ti viene da arrabbiarti, e disperarti, e opporti. Trangugi intrugli e pastiglie, ma la realtà non obbedisce al desiderio. Non è semplice aggiustare cosa è rotto, cosa non funziona. Ti rendi conto che il tuo potere sulla realtà non si estende neanche al tuo stesso fiato. Il tuo medesimo corpo è qualcosa che non controlli. Figurarsi…

View original post 320 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...