Di pecore e capri

Berlicche

Negli ultimi mesi abbiamo assistito a crescenti dimostrazioni di crudeltà da parte di quelli che, fino a non molto tempo fa, erano i benemeriti ribelli che combattevano il tiranno Assad. Forse qualcuno di voi lo ricorda ancora, quando nessuno credeva che gli oppositori del regime siriano fossero capaci di gesti violenti – tutti animucce candide – e il bieco governo della Siria aveva il monopolio dell’orrore. Distruggerlo immediatamente!

Poi, poco per volta, si capì che qualcosa non andava. No, non erano i governativi ad avere usato armi chimiche. No, quei colpi di mortaio sulle scuole non se li erano tirati da soli. Quei sequestri, quelle uccisioni gratuite forse erano proprio dei ribelli. Ci vollero un bel po’ di testimonianze dirette, e qualcuno non è ancora convinto adesso.

Poi venne l’IS. Che non solo non nascondeva i suoi orrori, ma li pubblicizzava. Aveva capito che anche per l’odio puro c’è…

View original post 320 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...