Il sogno delle macchine volanti

Berlicche

L’ultmo bellissimo film di  Miyazaki “Si alza il vento” è la storia romanzata della vita di uno dei più grandi progettisti di aerei del secolo scorso. Il protagonista, fin dall’infanzia, sogna macchine volanti; non potendo pilotarle decide di crearle con le sue stesse mani.
L’opera suggerisce che occorra spendere la propria vita all’inseguimento dei propri sogni, delle proprie speranze. E’, se vogliamo, l’invito a rincorrere l’attimo fuggente non come ricerca di piacere momentaneo, ma come ideale. Un ideale che tuttavia si sa già essere falso, e destinato alla corruzione.

Può essere d’aiuto, per capire meglio, leggere quel poema dai cui versi finali è tratto il titolo del film. E’ “Il cimitero marino“, di Paul Valery. Racconta con in un stile poetico quasi impressionistico la visita ad un camposanto e i pensieri che questo suscita. L’autore, meditando tra le tombe, ricorda che siamo tutti destinati alla corruzione…

View original post 341 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...