I bambini come Dio

(..)C’è anche un altro modo per il grande scrittore inglese di stupirsi di tutte le cose: ed è diventare come i bambini. Continua Casotto: «I bambini sono come Dio: vivi, vivaci e liberi. Soprattutto sono ripetitivi e ti possono chiedere di rileggere la stessa fiaba dieci volte. Proprio come Dio che, per Chesterton, è bambino e guarda il sole tutte le mattine sorgere e dice: bello, ancora. E succede così da millenni e potrebbe succedere per altri millenni».

E se anche non riuscissimo a stupirci dell’orario ferroviario, come Chesterton, di sicuro rimarremmo stupiti nell’incontrare un uomo: «Perché l’avventura più affascinante della vita – afferma Casotto con Chesterton – è lasciarsi colpire dall’esserci di una persona, non dai suoi errori o successi. L’essere per Chesterton era la cosa più affascinante del mondo e il “qualcosa” era sempre meglio del nulla. E ci sono due qualcosa per lui che costituiscono il vero enigma della realtà: quella creatura chiamata uomo e quell’uomo chiamato Gesù».(..)

Leggi di Pi�: Meeting, Chesterton alla ribalta | Tempi.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...