La riscossa nella piccola particella

Eduard Hopper

Il ridestarsi della persona. Facevo prima il paragone di Davide e Golia

dicembre 1989, a cura di Giovanni Testori

Perché questo è il tempo della rinascita della coscienza personale. È come se non si potessero far più crociate o movimenti… Crociate organizzate; movimenti organizzati. Un movimento nasce proprio con il ridestarsi della persona. È una cosa impressionante. Facevo prima il paragone di Davide e Golia. Proprio la persona, che di fronte a un meccanismo come quello che tu hai descritto è la cosa più ridicola, più risibile che ci sia, la cosa più sproporzionata che ci sia, e non può avere alcuna possibilità di riuscita, proprio la persona è il punto della riscossa. E così nasce il concetto di movimento, secondo me. Il valore sociale più grande di adesso per un contrattacco è proprio l’ideale di movimento, che è come se non avesse né capo né coda, non si sa come avvenga. Infatti il suo luogo di nascita è nella particella più sprovveduta e disarmata che esista: cioè la persona […].
Io non riesco a trovare un altro indice di speranza se non il moltiplicarsi di queste persone che siano presenze. Il moltiplicarsi di queste persone; e una inevitabile simpatia o, starei per dire una cosa brutale, una “sindacalità” nuova fra queste persone; così come la esprime il termine che noi usiamo: riconoscimento.

(G. Testori, Il senso della nascita. Colloquio con don Luigi Giussani, Il Sabato, dicembre 1989, pp. 74.79)


Annunci

Giustizia cieca senza Amore

L’amore — caritas — sarà sempre necessario, anche nella società più giusta. Non c’è nessun ordinamento statale giusto che possa rendere superfluo il servizio dell’amore. Chi vuole sbarazzarsi dell’amore si dispone a sbarazzarsi dell’uomo in quanto uomo. Ci sarà sempre sofferenza che necessita di consolazione e di aiuto. Sempre ci sarà solitudine. Sempre ci saranno anche situazioni di necessità materiale nelle quali è indispensabile un aiuto nella linea di un concreto amore per il prossimo
Benedetto XVI – Lettera enciclica Deus Caritas Est

Giustizia cieca

La fede come un bicchiere di latte

un bicchiere di latte, presa dal web

 

(..)”La fede va da sé. La fede cammina da sola. Per credere c’è solo da lasciarsi andare, c’è solo da guardare. Per non credere bisogna farsi violenza, torturarsi, contrariarsi. Irrigidirsi. Prendersi al rovescio, mettersi al rovescio, riprendersi. La fede è tutta naturale, tutta alla buona, tutta semplice…” (p. 13). Perché la fede è tutta semplice? Perché è la Sua presenza che gratuitamente si fa riconoscere. Gratia facit fidem. E questo riconoscimento, essendo frutto di attrattiva, quando accade, è la cosa più naturale di questo mondo. L’attrattiva Gesù. Quando Giovanni e Andrea, i primi due, lo hanno incontrato, quel pomeriggio, il riconoscere l’eccezionalità di quella presenza, l’umanità di quella presenza, è stata la cosa più semplice, più naturale di questo mondo. Péguy è sano come un bicchiere di latte, e proprio per questo estraneo alla cultura anche cattolica, perché dice che il cristianesimo è una cosa semplice. Facile.(..)

 

Tratto da C. Peguy, Veronique , dialogo della storia e dell’anima carnale, Postfazione Paolo Mattei

Le cose che accadono…

Degas

“Tutto per me si è svolto nella più assoluta normalità e solo le cose che accadevano, mentre accadevano, suscitavano stupore, tanto era Dio a operarle facendo di esse la trama di una storia che mi accadeva — e mi accade — davanti agli occhi”. Questo è il cuore di Péguy. Chi vive così non ha patria. Estraneo alla cristianità dell’inizio del secolo passato, e più estraneo ancora alla cristianità di oggi. Solo le cose che accadevano, mentre accadevano… Tanto è vero che Péguy definisce se stesso come un semplice cronachista, uno che fa la cronaca dell’accadere della grazia.

Paolo Mattei

Hello world!

Welcome to WordPress.com. After you read this, you should delete and write your own post, with a new title above. Or hit Add New on the left (of the admin dashboard) to start a fresh post.

Here are some suggestions for your first post.

  1. You can find new ideas for what to blog about by reading the Daily Post.
  2. Add PressThis to your browser. It creates a new blog post for you about any interesting  page you read on the web.
  3. Make some changes to this page, and then hit preview on the right. You can always preview any post or edit it before you share it to the world.